Eventi

Agatha Christie

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Dopo Shakespeare Agatha Christie è la scrittrice inglese più tradotta. Le sue opere sono state tradotte in 120 lingue e vendute in miliardi di copie.
Tra i suoi personaggi più famosi c’è l’investigatore belga Hercule Poirot talmente famoso che la notizia della sua morte apparve sulla prima pagina del New York Times il 6 agosto del 1975. Persino in Nicaragua è stato emesso un francobollo con l’effigie del celebre investigatore.

Alla fine degli anni ’20 Agatha Christie inventò il formato del weekend con delitto con cui la scrittrice in vacanza all’Hotel Old Swan di Harrogate proponeva un gioco a base di ingarbugliati intrecci gialli per intrattenere gli ospiti facendoli diventare protagonisti di una vicenda con delitto.
E fu proprio a Harrogate che scappò dopo aver appreso al notizia che il marito la tradiva con la sua giovane segretaria. Fece perdere le tracce di sé mobilitando tutta la polizia britannica nella ricerca, e rendendo pubblica a tutto il mondo la relazione del marito. Perfino il ministro dell’interno britannico e Doyle, il creatore si Sherlock Holmes furono interpellati per dare aiuto alle ricerche. Infine la si trovò in stato confusionale nell’hotel di Harrogate dove si era registrata con il nome di Teresa Neele, la donna con cui il marito la tradiva. Non si è mai capito se di questo episodio Agatha Christie fu vittima o carnefice, il fatto è che due anni dopo divorziò dal marito.
In tutto la madre del giallo scrisse 93 romanzi e 17 commedie più sei romanzi rosa che firmò con lo pseudonimo di Mary Westmacott. Lo fece senza appoggiare mai una penna sul foglio: Agatha Christie infatti soffriva su disgrafia e quindi dettò sempre tutti i suoi libri a voce.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti