Eventi

Alla conquista della luna

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Nel 1957 il primo lancio di una sfera di alluminio – poco più grande di un pallone da basket – segnò l’inizio della corsa allo spazio. Ero lo Sputnik 1 a cui seguì, due mesi dopo, il lancio dello Sputnik 2.

A bordo c’era Laika, una cagnolina meticcia di tre anni, pelo pezzato.

Il primo essere vivente nello spazio

Così annunciò Pravda, l’organo ufficiale del partito Comunista. La notizia rimbalzò sui giornali di tutto il mondo.

Fu un esperimento crudele. Laika era condannata a morire fin dall’inizio perché lo Sputnik 2, privo di scudo termico, non sarebbe potuto rientrare nell’atmosfera senza bruciare. Inoltre le batterie a bordo avrebbero permesso all’animale di vivere un massimo di 6 giorni. Diversamente da quanto dichiararono i russi Laika morì prima che il satellite uscisse dall’atmosfera, poi compì 2570 orbite intorno alla Terra prima di bruciare al rientro.

La scelta etica dell’esperimento fu molto criticata, il risultato scientifico è a tutt’oggi dubbio, tuttavia il discutibile lancio di Laika nello spazio fu un evento storico cruciale che segno indelebilmente la storia del ‘900. Ebbe inizio con lei la fase più intensa della gara al progresso tra Stati Uniti e Unione Sovietica.

Ci vollero altri 12 anni prima che il primo uomo arrivasse sulla luna. Ma nel 1961 la Russia portò in orbita Jurij Gagarin, primo cosmonauta della storia. Nel 1969 l’America fece sbarcare Neil Armstrong sulla luna.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti