Curiosità

Annapurna

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Come l’Everest anche il massiccio dell’Annapurna fa parte dell’Himalaya nepalese. Insieme al K2 è una delle mete più pericolose per gli scalatori. Esiste il 40% di possibilità di non farcela ma per chi ci riesce segna un punto importante di non ritorno in termini di esperienza personale e sportiva. Così è capitato a Ueli Steck, alpinista svizzero che nel 2014 ha concluso la solitaria sul monte.

Dopo l’Annapurna è stato come tornare da un altro pianeta. Non ci sono parole per raccontare quello che hai lasciato lassù, e anche se provi a spiegarlo alle persone, non ti capiranno mai. E questo ti fa sentire solo. Armstrong ha detto la stessa cosa quando è tornato dalla luna: penso sia stato uguale per me il ritorno dalla solitaria all’Annapurna.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti