Curiosità

Arthur Conan Doyle

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lo scrittore scozzese Arthur Conan Doyle è considerato insieme a Edgar Allan Poe il fondatore del genere letterario giallo e fantastico.
Pare che per Sherlock Holmes, il suo personaggio di maggior spicco e fama, si sia ispirato a Auguste Dupin e William Legrand nati dalla penna di Poe.

Sherlock Holmes divenne più famoso del suo autore e questo non piacque a Doyle che per tutta la vita ebbe un rapporto conflittuale con il suo Sherlock. Holmes vanta a tutt’oggi il primato di personaggio letterario più rappresentato nel cinema con più di 235 apparizioni. L’ultima delle serie tv di successo è Sherlock prodotta in Inghilterra e interpretata da Benedict Cumberbatch e Martin Freeman. La quarta stagione è attesa per l’anno prossimo ma sarà anticipata da una puntata speciale in onda a Natale 2015 che è stata appena annunciata dal produttore Steven Moffat.

Doyle si identificava soprattutto con il personaggio di Watson, medico come lui. Cominciò a scrivere le storie di Holmes proprio negli anni in cui aveva aperto il suo studio medico nel Southsea, un sobborgo di Portsmouth.

Eppure la celeberrima frase Elementare Watson pare proprio che non sia frutto della penna di Doyle quanto piuttosto dalla trasposizione teatrale di un celebre episodio di Holmes portato in scena da William Gillette.

Doyle scrisse molte altre opere oltre ai racconti di Sherlock Holmes e fu anche cronista durante le Olimpiadi di Londra del 1908. Fu lui a firmare per il Daily Mail il pezzo esaltante della vittoria di Dorando Pietri alla maratona olimpica, prima che venisse squalificato.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti