Eventi

Cassius Clay

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Vinse l’oro olimpico del pugilato ai Giochi di Roma nel 1960, poi si aggiudicò il titolo mondiale dei pesi massimi dal 1964 al 1967 e dal 1974 al 1978.

Cassius Clay prese il nome di Muhammad Alì dopo essersi convertito all’Islam. Aveva circa 12 anni quando un poliziotto lo incontrò per strada mentre se la prendeva contro chi gli aveva rubato la bicicletta. Il poliziotto gli consigliò di imparare la box. Lì iniziò la sua carriera.

Alì difese il titolo per otto volte, poi si rifiutò di partire per il Vietnam e quindi per ragioni politiche fu costretto a smettere di combattere. Rimase famosa la sua frase: «Non ho niente contro i Vietcong, loro non mi hanno mai chiamato negro». Le commissioni atletiche pugilistiche statunitensi gli ritirarono la licenza.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti