Curiosità

I Camei di Hitchcock

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

La prima volta Hitchcock comparve come cameo in un suo film nel 1927 ne ‘Il pensionante, il suo terzo film, nonché uno dei suoi classici del muto. Lo si vedeva brevemente all’interno della redazione di un giornale.

Da quel momento in poi il grande regista inglese prese l’abitudine di comparire molto spesso nei propri film in un piccolo cameo. Lo fece in 39 delle sue 53 pellicole. A volte si palesava in carne e ossa, altre volte invece semplicemente con un’immagine, a seconda delle esigenze di copione.

In ‘Prigionieri dell’oceano’ non potendo apparire di persona visto che l’intero film era ambientato a bordo di una scialuppa di salvataggio, apparve nella pagina di un giornale, come testimonial della pubblicità di un prodotto dimagrante.

Nel celebre libro-intervista rilasciata nel 1962 al regista francese François Truffaut Hitchcock spiegò che la consuetudine dei suoi camei nelle pellicole era nata così:

Era strettamente funzionale, perché bisognava riempire lo schermo. Più tardi è diventata una superstizione e infine una gag. Comunque oggi è una gag abbastanza ingombrante, e per permettere alla gente di vedere il film con tranquillità, mi preoccupo di farmi notare nei primi cinque minuti“.

In effetti i camei di Hitchcock diventarono una tradizione talmente famosa che al cinema gli spettatori si concentravano nel tentativo di individuare la sagoma del grande regista.

Fu così che Hitchcock per evitare di distogliere l’attenzione dalla trama del film, prese l’abitudine di apparire sempre all’inizio di ogni pellicola.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti