Arte

Il Principe Felice

Principe Felice
Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Il Principe Felice è la fiaba che dà il nome alla raccolta di storie scritte da Oscar Wilde per i suoi figli e pubblicate nel 1888. Il Principe Felice racconta di una statua che si erge al centro di una città senza nome. La statua rappresenta un principe tutto ricoperto di foglie d’oro zecchino, con due zaffiri per occhi e un grosso rubino che ‘arde rosso sull’elsa della spada’. Un giorno una rondine in volo verso le terre calde di Egitto si ferma sulla spalla del Principe a riposare. La statua si anima e le chiede di aiutarlo a spogliarsi dei suoi gioielli per darli a chi in città ne ha più bisogno. La rondine accetta di ritardare la partenza insieme alle sue compagne per aiutare il Principe. Così un pezzo per volta lo spoglia di tutte le ricchezze. Poi arriva l’inverno e la statua invita la rondine a partire ma ella decide di restare con lui perché gli si è affezionata e muore ai suoi piedi. Il cuore di piombo del Principe si spezza per la tristezza. Quando il Sindaco e gli Assessori della città vedono la statua disadorna e il corpicino della rondine morta ai suoi pedi decidono di buttarli via nella discarica. “Portami le due cose più preziose che trovi nella città” disse Dio a uno dei Suoi Angeli ; e l’Angelo Gli portò il cuore di piombo e l’uccello morto. “Hai scelto bene” gli disse Dio, “poiché nel mio giardino del Paradiso questo uccellino canterà in eterno, e nella mia città d’oro il Principe Felice mi loderà”. [L’autrice dell’immagine è la disegnatrice e blogger Rosaria Battiloro ]

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti