Eventi

Kennedy muore a Dallas

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Il 22 novembre del 1963 a Dallas in Texas, l’allora presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy fu ucciso in un attentato. Aveva 46 anni.

Le indagini sul suo omicidio furono subito coperte dal segreto di stato ed esistono ancora molte ombre. La versione ufficiale è che l’autore dell’omicidio sia stato Lee Harvey Oswald, l’autore materiale dei 4 spari che ammazzarono il presidente.

In molti però sono convinti che Oswald non abbia agito da solo. Tutt’oggi due americani su tre non credono alla versione ufficiale, quella del lone gunman, il folle tiratore solitario che riescì a eliminare l’uomo più potente del paese.
Certo erano in molti ad odiare Kennedy: I texani per le sue politiche filocomuniste, o i militari per i suoi atteggiamenti non abbastanza bellicosi in Vietnam e la destra in generale non gli era favorevole. Ciò che è innegabile è che quegli spari fermarono il mondo e cambiarono per sempre non solo la storia dell’America ma quella di tutto il ‘900.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti