Arte

L’ Arsenale di Venezia

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

L’Arsenale è a Venezia un luogo molto importante in termini storici e spaziali perché è qui che si costruivano le flotte che hanno fatto la fortuna della Repubblica della Serenissima nel Mediterraneo.

Il primo nucleo del cantiere navale risale agli inizi del 1200 ma venne ampliato nel corso dei secoli fino ad occupare un’area di 46 ettari pari a circa un quinto dell’intera città. Dall’Arsenale furono varate le navi che affondarono e sconfissero i Turchi a Lepanto nel 1571 comandate da Sebastiano Venier.

Nel 1980, l’anno della prima Biennale di Architettura, è iniziato un grande recupero di alcuni spazi dell’Arsenale. Nel corso degli anni infatti i padiglioni storici nei Giardini erano diventati insufficienti.

Oggi gli spazi dell’Arsenale utilizzati per le Biennali d’Arte e di Architettura sono le Corderie un tempo adibite alla costruzione di cavi, corde e gomene, le Artiglierie che ospitavano le vere e proprie officine e i due grandi cantieri delle Gaggiandre progettate da Jacopo Sansovino.

L’arsenale fu visitato anche da Dante Alighieri nel 1321 che lo citò anche in una terzina del XXI canto dell’Inferno.

Quale ne l’arzanà de’ Viniziani / bolle l’inverno la tenace pece / a rimpalmare i legni lor non sani.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti