Curiosità

La Lombardia di Manzoni

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

I Promessi Sposi sono ambientati nella Lombardia del XVII secolo. Il romanzo si apre con una sorta di zoom a volo d’uccello sulla lago di Como fino ad arrivare a un paesino, non meglio specificato, in quello che allora era considerato il Ducato di Milano.
Tutti gli spostamenti, le fughe e le peregrinazioni dei due protagonisti, Renzo e Lucia, avvengono nell’hinterland milanese o al massimo a Bergamo (che comunque a quell’epoca faceva parte della Repubblica di Venezia) quando Renzo si nasconde per sfuggire dalla polizia.

L’ambientazione lombarda permette all’autore di descrivere i luoghi con grande precisione e ricchezza di particolari, visto che vi ha vissuto lui stesso tutta la sua vita.

Tuttavia alcuni luoghi hanno un valore più simbolico che reale perché riproducono lo stato d’animo dei protagonisti, come la strada che si biforca a y (ipsilon) dove don Abbondio incontra i bravi (bivio morale) o la buia foresta dell’Adda attraversata da Renzo mentre fugge da Milano (angoscia e paura) o la salita impervia che compie Lucia per arrivare al castello dell’Innominato e tanti altri.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti