Curiosità

Le calze della Befana

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Il 6 gennaio di ogni anno i Magi e la Befana si contendono la Festa del giorno conclusivo delle vacanze natalizie.

Ma esiste una versione cristianizzata della leggenda che concilia entrambe le figure religiose e pagane nel giorno dell’Epifania.

Si racconta che i Re Magi diretti a Betlemme per portare i doni a Gesù bambino persero la strada e bussarono alla porta di un’anziana signora che li aiutò a ritrovare la via. Ma, in quella notte fredda di inverno, la donna rifiutò l’invito a seguire i Magi per andare a rendere omaggio al bambino Gesù. Quando i tre re d’Oriente ebbero ripreso la strada, la donna in cuor suo si pentì di non averli seguiti e decise di bussare a tutte le porte delle case in cui abitavano bambini per lasciare loro un dono sperando di incontrare o prima o dopo Gesù.

Da allora pare che il 6 gennaio di ogni anno la Befana voli nei cieli di tutto il mondo per portare regali ai bimbi buoni.

Si crede anche che passi dai caminetti per riempire le calze che i bambini lasciano appese sperando che lei le riempia di dolci e doni.

Perché proprio le calze? Perché le calze sono morbide e calde nelle notti d’inverno e soprattutto perché sono generose e si allargano per far spazio a quanti più regali e dolci possibile.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti