Eventi

Mark Spitz

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Sette ori, sette record del mondo in sette gare. Era Monaco 1972 l’edizione dei giochi olimpici in cui il nuotatore americano Mark Spitz stravinse e stabilì record in tutte le gare a cui partecipò.

Baffetti ben curati e capelli lunghi (alla faccia dell’aerodinamicità che portava i suoi sfidanti a radersi a zero), grande carattere e discreta boria.

Mark Spitz non si era fatto molto ben volere 4 anni prima quando alle Olimpiadi di Città del Messico aveva promesso 6 ori ma aveva rimediato a malapena un argento e un bronzo e due ori (in staffetta). Fu così che per l’edizione del 1972 si preparò con una determinazione non comune che fece di lui il primo vero grande campione della storia del nuoto. Scelse come allenatore James Doc Counsilman, il tecnico più famoso, il guru per eccellenza di quegli anni. E il risultato fu strabiliante.

Dopo quei sette ori Spitz si ritirò salvo provare a ridiscender sin piscina nel 1991 a 40 anni, l’impresa non gli riuscì ma contribuì comunque ad alimentarne il mito.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Google+
Google+
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti