Curiosità

Coco

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Gabrielle Bonheur Chanel era del segno del leone. Nata a Saumur il 19 agosto del 1883, cresciuta in un orfanotrofio con le sorelle, divenne Coco Chanel a poco più di 18 anni. Per mantenersi lavorava come commessa in un negozio di biancheria e di sera cantava in un locale notturno di Moulins. Il suo repertorio non era particolarmente ricco, oltre a Ko Ko Ri Ko, un grande successo della Scala, il più chic tra i café-chantant parigini, al Café de la Rotonde di Mulins Gabrielle cantava Qui qu’a vu Coco dans l’Trocadéro? Una canzone che racconta le disavventure di una giovane donna che ha perduto il suo cane in un giardino pubblico. La somiglianza tra le parole Koko e Coco con cui i suoi ammiratori chiamavano il bis della sua esibizione fecero diventare Gabrielle, suo malgrado, Coco, per tutta la vita e anche oltre. In verità lei non amava molto quel nomignolo ma si rassegnò ad accettarlo.
All’epoca de la Rotonde conobbe il ricco ereditiere Etienne de Balsan che ebbe nella sua vita un ruolo molto importante. Nei sei anni che visse nella tenuta di Etienne, oltre a imparare a cavalcare, Coco cominciò a disegnare cappellini per ricche signore di Parigi e conobbe Arthur Boy Capel, il suo grande amore, con cui dopo poco decise di andare a vivere a Parigi.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti