Curiosità

Dilemma del prigioniero

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

È forse il più famoso dilemma della Teoria dei Giochi, ovvero la scienza matematica che studia le decisioni del soggetto in situazioni di conflitto.
La sua notorietà è dovuta al fatto che negli anni ’50 del 1900, quando il dilemma fu formulato da Albert Tucker, riusciva a descrivere bene la corsa agli armamenti in atto tra Usa e Urss.
Il dilemma nella sua formulazione prevede l’arresto di due criminali accusati di avere commesso un reato. I due si trovano davanti alla scelta se confessare l’accaduto oppure non farlo sapendo che: se uno dei due confessa chi lo ha fatto è libero e l’altri viene condannato a 20 anni di carcere. Se entrambi confessano vengono condannati a 5 anni. Se nessuno dei due lo fa vengono condannati a un anno perché comunque già condannati per porto abusivo di armi.
Ovviamente la situazione ottimale in termini logici sarebbe che entrambi non confessassero. Ma poiché ciascuno non sa cosa risponderà l’altro e ha come obiettivo quello di minimizzare il proprio danno la strategia che risulterà vincente è confessa/confessa anche se ciò significa 5 anni di carcere per ciascuno.

Ed è anche ciò che è successo a Usa e Urss durante la guerra fredda: per minimizzare il rischio decisero di ricorrere entrambi alla corsa agli armamenti sebbene questo prevedesse un grande dispendio di energie per entrambe le superpotenze e un rischio enorme per tutto il mondo.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti