Curiosità

Hitchcock e le donne

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Se la seduzione è troppo evidente non c’è più suspense

Questa è una delle celeberrime frasi pronunciate da Hitchcock che a quanto pare non aveva simpatia per attrici come Marilyn Monroe e Brigitte Bardot poiché, a suo dire, avevano il sesso stampato in faccia.

Alle donne tutte curve degli anni ’40-’50 preferiva le bellezze algide e sofisticate che esprimevano una bellezza altera e fredda, ma solo in apparenza. Insomma quelle perfettamente descritte dall’epiteto Ghiaccio Bollente da lui coniato per Grace Kelly e che bene si adatta a quasi tutte le sue attrici come Tippi Hedren, Eva Marie Saint, Kim Novak e Janet Leigh.

Eppure, sebbene fosse stregato sul set dalle bionde con mistero, Hitchcock scelse una bruna che incontrò mentre era assistente di regia in uno dei suoi primi film e le fu fedele fino alla morte.

Si chiamava Alma Reville la donna che Hitchcock sposò nel 1926 dopo un lungo fidanzamento iniziato sul set di Woman to Woman. Quando Alfred incontrò Alma lei era una montatrice-editrice già affermata con una brillante carriera alle spalle. La loro relazione fu un vero  e proprio sodalizio personale e professionale per tutta la vita. Ebbero una figlia, Patricia, detta Pat che collaboro come attrice in alcuni lavori dei genitori.

Nel 2012 è uscito Hitchcock, un film biografico dedicato al maestro della suspense che racconta il rapporto tra il protagonista e la moglie durante la realizzazione del film Psyco.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti