Eventi

I 100 d’Italia

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Dopo il Congresso di Vienna l’Italia era stata tutta divisa. Il principe austriaco Metternich, uno dei protagonisti di quella decisione, nel 1847 scrisse una lettera all’ambasciatore austriaco a Parigi in cui diceva:

«La parola Italia è soltanto una denominazione geografica, un concetto utile alla lingua, ma è parola che non ha il valore politico che tentano di attribuirle gli ideologi rivoluzionari».

Tuttavia 15 anni dopo, nel 1861 l’Italia smise di essere una mera espressione geografica per diventare il nome politico di un nuovo stato unitario.

Nel 1961 il Pese celebrò il primo centenario dall’Unità nazionale.

Italia ’61 era il quartiere di Torino che ospito l’Expo di quell’anno per commemorare l’importante anniversario. Per l’occasione furono coniate anche le 500 lire speciali in argento dette appunto le centenario.

Il regista Roberto Rossellini diresse due film dedicati al risorgimento che portò all’Unità d’Italia: il celebrativo Viva l’Italia e Vanina Vanini ambientato ai tempi dei moti carbonari.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti