Arte

Il padre della Pop Art

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

L’americanissima Pop Art ha un padre inglese. Si chiama Richard Hamilton ed era nato a Londra.

A trent’anni espose il celebre collage in cui compariva per la prima volta la scritta POP su un enorme lecca lecca rosso (il lolli-pop) in primo piano. Il titolo Just what is it that make today’s homes so different, so appealing? è tratto da una rivista di costume e la sua impostazione è quella di un cartellone pubblicitario.

I protagonisti sono i personaggi simbolo del momento: la pin- up, il culturista e la casalinga borghese. Per il resto la scena si svolge in un salotto arredato con un televisore acceso su una pubblicità. Sul tavolino spicca del cibo preconfezionato e sul pavimento, a sinistra, un aspirapolvere della Hoover utilizzata dalla padrona di casa.

Hamilton nella sua opera aveva riassunto in modo rapido e acuto tutti gli elementi base della nuova corrente artistica.

Da notare il tappeto composto da una folla di persone viste da lontano e il soffitto che riproduce la curva della Luna vista dallo spazio.

Hamilton realizzò tanti poster e illustrazione tra cui quella per l’Ulisse di James Joyce e suggerì a Paul Mc Cartney il nome e il colore per il White Album dei Beatles di cui poi curò la grafica.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti

1 Commento

  1. Pingback: Pop Art italiana | OggiScopri

I commenti sono chiusi.