Arte

Kubrick fotografo

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Ho sempre pensato che un’ambiguità artistica credibile, davvero veritiera – se possiamo usare un paradosso – sia la più perfetta forma di espressione. (…) Quindi, credo che, al contrario, l’affermazione letterale, semplice, chiara sia, a suo modo, una falsità che non avrà mai il potere che ha una ambiguità perfetta” – Stanley Kubrick

Tutta l’ambiguità e la contraddittorietà della realtà descritta da Kubrick nei suoi film era già contenuta in nuce in certi scatti del suo periodo fotografico. L’immagine della ragazza di schiena che abbassa il braccio dopo aver scritto con il rossetto sul muro I hate love, Io odio l’amore, ne è uno egli esempi può rappresentativi e lampanti.
Alla fine degli anni ’40, prima di lanciarsi nel cinema Kubrick dedico 5 intensissimi anni della sua vita alla fotografia.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti