Eventi

Pagato per non correre

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Nel 1930 il ciclista Alfredo Binda era uno dei corridori più forti del mondo.

Nella sua carriera sportiva si è aggiudicato cinque Giri d’Italia, tre campionati del mondo su strada, quattro Giri di Lombardia, due Milano-Sanremo e quattro Campionati nazionali su strada.

Insomma Binda non aveva uguali. La sua superiorità netta rispetto a tutti gli altri sfidanti rendeva i risultati scontati e stava facendo perdere interesse per i tifosi del Giro di Italia.

Fu così che nel 1930 gli organizzatori presero una decisione storica: proposero a Binda una somma di denaro pari a quella del vincitore a patto che non corresse. Il ciclista accettò di starsene a casa per 22.500 lire ma poi se pentì amaramente. E lo confessò anni dopo quando già era diventato commissario tecnico della Nazionale Italiana. Si rifece guidando le trionfali spedizioni alla Grande Boucle con Bartali nel 1948, Coppi nel 1949 e Nencini nel 1960.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti