Curiosità

Simenon

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

George Simenon era in grado di scrivere fino a 80 pagine al giorno. La sua produzione letteraria è ricchissima: scrisse centinaia di romanzi e racconti. La sua carriera iniziò da giovanissimo: a 16 anni, come giornalista della sua città, Liegi, in Belgio.

Scrisse per lo più gialli e polizieschi ma la sua fama è dovuta soprattutto ai 75 romanzi e 28 racconti che descrivono le indagini del commissario Maigret.
Secondo Pierre Assouline, uno dei suoi più noti biografi

tutta la sua vita era fatta di eccessi, non a caso pubblicò più di 400 romanzi. Era logorroico e grafomane, le sue lettere erano sempre lunghissime. Qualunque cosa facesse, andava sempre oltre misura”.

Assouline ha raccontato che Simenon era molto superstizioso:

“temeva ogni volta di non riuscire a scrivere e cercava di riprodurre sempre le condizioni in cui era nato il primo romanzo”.

A quanto pare Simenon riproduceva sempre lo stesso rituale con matite particolari, le tende tirate, sveglia alle 5 del mattino, whisky e thé.

“Scriveva sempre secondo lo stesso ritmo – dice Assouline – impiegando lo stesso tempo per ogni romanzo. Il giorno in cui non è più riuscito a riprodurre il miracolo, ha smesso di scrivere”.

Non tenere tutto per te...condividi!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Commenti

commenti